iononsprecoperché

Chi può ricevere

I beni in eccedenza o inutilizzati possono essere donati ad enti senza fini di lucro, pubblici o privati, che perseguano finalità civiche e solidaristiche e che realizzino attività d’interesse generale.  Le donazioni possono essere quindi rivolte, ad esempio, ad organizzazioni di volontariato o altri soggetti non lucrativi che operino con finalità di utilità sociale. La legge 166 è stata ampiamente coordinata con la riforma del Terzo settore, includendo tra i donatari tutti gli enti iscritti nel costituendo registro unico nazionale. Rientrano in questa categoria, ad esempio, APS, ODV, enti filantropici, cooperative ed imprese sociali.

Raccontaci la tua esperienza

 

Condividi la storia di quello che hai ricevuto

Nome e Cognome

Email

Messaggio

Autorizzo al trattamento dei dati e Secondo la normativa della Privacy